Tentacoli

La lunga estate calda scivola via lentamente. È l’estate delle olimpiadi, dei carabinieri dopati, dei boss ammazzati in spiaggia e della camorra ecosostenibile. L’agosto bollente della benzina, delle camicie smanicate di Formigoni, dei fumi dell’Ilva. L’agosto che non hanno vissuto Rambaldi, Nicolini e i capelli di Berlusconi. È la millesima estate di Andreotti. Almeno così dice, il mio calendario Maya.

14 settembre 2012