Gentlemen, you can't fight in here! This is the War Room!
- Peter Sellers

Die Hard

Racconta la Genesi che i sacrifici di Abele erano graditi a Dio, a differenza di quelli di Caino. Non ci è dato sapere perché, ma dal momento che Caino faceva l’agricoltore ed Abele il pastore, un’idea me la sono fatta: un conto è mandar su dell’abbacchio, ben altro una cesta di verdura. Spero di sbagliarmi, ma confesso che se fossi un vegano mi cagherei sotto almeno un po’.

15 ottobre 2012

Magna Magna

Sai ched’è la statistica? È ‘na cosa che serve pe’ fa’ un conto in generale de la gente che nasce, che sta male, che mòre, che va in carcere e che sposa. Ma pe’ me la statistica curiosa è dove c’entra la percentuale, pe’ via che lì la media è sempre eguale, puro co’ la persona bisognosa…

9 ottobre 2012

Tentacoli

La lunga estate calda scivola via lentamente. È l’estate delle olimpiadi, dei carabinieri dopati, dei boss ammazzati in spiaggia e della camorra ecosostenibile. L’agosto bollente della benzina, delle camicie smanicate di Formigoni, dei fumi dell’Ilva. L’agosto che non hanno vissuto Rambaldi, Nicolini e i capelli di Berlusconi. È la millesima estate di Andreotti. Almeno così dice, il mio calendario Maya.

14 settembre 2012

Quando – Pino Daniele

Guitar: Giorgio Mazzone

13 settembre 2012

Libero arbitrio

Io lo so, amato lettore, che tu sei una persona colta ed istruita. Me ne accorgo quando mi scrivi “gegno” nei commenti. E per questo ti ringrazio e ti dedico questo post, fiducioso che saprai trarne giusta considerazione, estremo beneficio, grande giovamento e tante altre cose meravigliosamente piene di aggettivi qualificativi. Ma se così non dovesse essere, o se deciderai di non leggerlo, non fa niente, brutta capra. Potrai comunque continuare a crogiolarti nella convinzione di essere una persona intelligente. È una tua scelta. Si chiama libero arbitrio.

19 agosto 2012

Unde Malum?

Socrate gli accarezzò la nuca, poi rispose: «Oggi hai imparato due grandi verità. La prima è che il muro, metafora della mia pazienza, è più forte dell’uovo e della gallina. La seconda è che non ha alcuna importanza che tu sia uovo, gallina o allievo, se vai a rompere i coglioni a Socrate alle 6 del mattino.».

1 agosto 2012

Giù, a pa’ e a ma’.

«A pa’, posso fa er bagno?» «A Giù, hai magnato venti minuti fa» «A ma’, dijelo te a pa’» «A Giù che je devo dì a pa’?» «A ma’, dije che ho magnato solo un tramezzo» «A pa’, ho magnato solo un tramezzo, to’o giù…» «A Giù…» «To’o ggiuro, a pa’» «Nun lo poi fa, a Giù» «A ma’: je lo voi dì?» «A Giù e abbasta» «A pa’, e che ca…» «A Giù, porta rispetto a pa’» «A ma’…» «A Giù, nun me lo fa ridì: porta rispetto a pa’» «A ma’, un tramezzo ho magnato, a ma’» «A Giù…» «Che c’è, a ma’?» «A Giù, essù…»

27 luglio 2012

Filosofia

Caro Maometto, se la montagna non viene da te, una volta, due volte, tre volte, rassegnati: la montagna non ti caga.

23 luglio 2012

Quentin Laurentino

Ero lì, cazzo. Ero lì ad un fottutissimo cazzo di metro, cazzo. «Merda», pensai, «sono qui a un cazzo di fottutissimo metro e cazzo, niente, merda». Fanculo, cazzo. Un metro sono 100 fottuti cm. del cazzo. 100 cm. del cazzo, merda. Come tre grossi cazzi allineati in una fottuta e merdosissima fila del cazzo. Una fila di tre cazzi, fottuta merda di un metro. Ma io ti fotto, cazzo. Fanculo se ti fotto, merda…

20 luglio 2012

iPad

Pìncio. Poi col ditìno flìppo, slàido e scròllo. E spesso tìppo. Tosto m’intrippo e godo. Soverchiamente, ammetto. Specie di bungabunga e di corrotti, di frizzi e lazzi e di napolitani, di grilli, di grillini e stracquadani. Storie di lauree e di virtù perdute, di grandi paladini e di gabelle, gesta di movimenti cinque stelle, franciosi sgarrupati e laidi e craxi e di marchionni e sciopero dei taxi…

10 luglio 2012

Форель [Trota]

Lo so, sono passati più di due mesi dall’ultimo post. Me ne scuso, ma ero impegnato a calcolare l’imu. Nel frattempo il mare di Taranto è stato inquinato ed è già un bel miglioramento. Ah sì, la Lega è finita, ma forse fa più figo parlare di federalismo estremo. Le amministrative ci dicono che anche il PDL è finito e così la seconda Repubblica. Andreotti invece pare di no. È il mese delle stelle. Da Antonio Conte a Beppe Grillo, passando per Federico Moccia, è un tripudio di trombette e di bandiere. Ora però vi saluto, devo correre a comprarmi una laurea.

2 maggio 2012

La fine dei giochi

I giochi sono finiti, Alemanno non porterà le Olimpiadi a Roma. Peccato. Avete visto con quanta passione si era allenato, con il curling? Anche l’ex premier chiude i conti con la giustizia. Verba volant, praescripta manent. E mentre l’inventore del flipper conclude la partita con la sua vita e Sanremo conclude la partita con la nostra, i neutrini vengono sorprendentemente squalificati dal Cern. Non è bello quando tutto finisce e Veltroni rinasce?

26 febbraio 2012

Tutto un altro mondo

I Maya non sono ancora arrivati, ma il 2012 si apre decisamente a loro favore. Mentre l’Ungheria sprofonda nel baratro, alla Dakar muore un altro pilota ed alcuni marines festeggiano pisciando sui talebani. Meno male che non hanno due vagine. In Italia invece un nutrito gruppo di crocieristi prende lezioni di acquagym fuori stagione: La Concordia va a sbattere contro uno scoglio e Cuffaro va a sbattere contro la mafia. Sarà davvero dura.

15 gennaio 2012

Avanzi di Natale

Mi rendo conto solo adesso che l’ultima volta in cui ho aggiornato il blog c’era ancora Berlusconi al governo. In pratica dalla morte di Gheddafi a quella di Silvio non ho postato nulla. Molto probabilmente continuando a tacere riuscirei a far fuori anche Monti, ma è Natale e mi sento buono. Quindi cuccatevi il mio ultimo post dell’anno, con gli avanzi di qualche mese. E tanti auguri a tutti!

31 dicembre 2011

San Giovanni Decollato

Speciale live sulla guerriglia di Roma. Incendi, bombe carta, camionette sulla folla, battaglie e terrore nel cuore della Capitale. Negozi saccheggiati, vetrine spaccate, banche distrutte e auto bruciate. Poi finalmente la tranquillità per il derby di domani.

15 ottobre 2011

Standard & Boobs

Non lo sapevamo, ma esiste un tunnel. Lì, dove corrono felici eserciti di neutrini e cazzate di gelmini, si riscrivono le leggi della fisica, si aprono scenari inediti, si cercano risposte a nuovi quesiti. Perché la Arcuri non gliel’ha data? Che fine hanno fatto i due ladroni, tra le tette della Minetti? Chi ha staccato la spina al re della birra? Seguite questo post e troverete la luce. Lo giuro sulla testa di Calderoli.

26 settembre 2011

Singing in the rais

Mentre l’uragano Irene spaventa gli Stati Uniti una pioggia di missili cade incessantemente su Tripoli, dove Gheddafi viene declassato da Rais a Moira Orfei. Diversi fulmini cadono anche su Piazza Affari, facendo perdere 4 chili a Berlusconi e l’equilibrio a Bossi, che ci lascia un gomito. Sul bagnato viene male anche la manovra e il governo finisce col tamponare il culo degli italiani, fortunatamente abituati. “È un Paese di merda”, canticchia il premier. Ma sì, cantiamoci sù, cantiamoci sù…

5 settembre 2011

Pope Poison

Migliaia di giovani hanno invaso Madrid per incontrare Ratzinger. Ma a Barcellona dovrebbe essere ancora possibile riuscire a farsela dare senza troppe menate. In questa GMG i papa-toys hanno affrontato mille avversità, tra cui temperature di 40 gradi, bufere di vento, piogge torrenziali, carenza d’acqua e svariate cazzate di Bagnasco. Ora il papa se n’è andato. Potete togliere il vestito dell’ipocrisia e tornare ad essere i soliti coglioni di sempre.

22 agosto 2011

Ozio per ozio

Sono pigro. Lo ammetto, quando arriva il caldo non mi va più di fare un cazzo. Pigro da far schifo. Questo spiega il ritardo di questo post e qualche battuta un po’ datata. Troppa fatica aggiornare il blog, sono pigro. Così, per questa volta, accontentatevi di un sobrio collage estivo di calembour scritti oziando sotto l’ombrellone. Ve l’ho già detto che sono pigro? Buona estate a tutti!

22 luglio 2011

Calcinculo

Un calcio in culo ben assestato spazza via la Moratti da Milano, consegnando la città nelle mani di Al Qaeda. Un calcio in culo senza preavviso manda in rete Signori e la sua cricca, regalandoci indimenticabili momenti di sport. Un calcio in culo auto-inflitto ci leva dalle palle Bondi per l’ennesima volta e un calcio in culo mediatico elimina Santoro da Rai 2, obbligandoci a trovare un nuovo hobby per il giovedì sera. Non è cambiato niente, a posteriori.

8 giugno 2011

Make up, stand up.

Secondo le stime di Berlusconi l’Italia spende ben 10 miliardi in cosmetici. Speriamo che almeno le elezioni non siano truccate. Domani sapremo se nel nostro futuro c’è l’acquisto di un nuovo antifurto-auto oppure se la Moratti riuscirà a ribaltare i tormentoni su Pisapia. Nel frattempo assistiamo impotenti allo spettacolo di preti pedofili, di violenze a 5 stelle e di stupri telepatici, con la colonna sonora dell’ultimo di Masini e di una pernacchia di Bossi. Ma è solo grazie alla perfetta sincronia di tutti questi eventi, se riusciamo a farci scivolare addosso le cazzate di Borghezio…

28 maggio 2011

Sciliponzi ponzi po’

Finalmente si fa baldoria. In soli 20 giorni si festeggiano ben tre funerali e un matrimonio. Si beatifica Wojtyla, si butta a mare Bin Laden, si seppelliscono le convinzioni del premier e si lanciano manciate di riso su William e Kate, felicemente sposi al primo turno. Insomma, godiamoci questo bel momento felice, che poi arrivano i ballottaggi, le tasse di giugno e l’ultimo singolo di Povia.

18 maggio 2011

Bomba o non Bomba

È stata una settimana decisamente movimentata, allietata solo dalla nascita del figlio di Cassano (che probabilmente verrà lanciato su Tripoli). Per il resto, alle ipotesi di un Gesù Cristo gay, hanno fatto immediatamente seguito le dichiarazioni della parte lesbica del premier; alla morte di un pacifista hanno prontamente risposto il papà di Cicciobello e quello della Nutella; al compleanno della Montalcini ha subito replicato Ceroni, picchiando sua moglie. Per fortuna è ormai tutto pronto per il primo maggio, quando finalmente assisteremo all’evento più atteso: la beatificazione di Sasha Grey.

26 aprile 2011

Jesus Christ Superstarlette

Grazie al processo breve anche la Pasqua sembra un po’ più vicina. Secondo il sistema stabilito nel IV secolo dopo Andreotti, dovrebbe cadere proprio la domenica successiva alla prima seduta della Camera in concomitanza con l’equinozio salvapremier. È tempo di risorgere. E dalle uova di cioccolata spuntano già le prime sorprese. Sembra che Gesù fosse gay, che in Vaticano ci sia Figa e che San Leroy Merlin abbia ritrovato i chiodi della croce. Insomma, verrebbe voglia di mettere sù un musical. Se solo i profughi di Lampedusa avessero imparato a camminare sulle acque…

14 aprile 2011

Partenze intelligenti

È arrivata la bella stagione. E con il fiorire del turismo nelle isole tornano a sbocciare le cazzate dei nostri governanti. Berlusconi parte per una breve crociera a Lampedusa, ne rimane soddisfatto ed acquista una villa. Gli sarà utile per il prossimo esilio. Nel frattempo sulla Salerno-Reggio Calabria viene simulato un terremoto, nel tentativo di rimettere a posto le cose. In attesa del miracolo n° 69, buona primavera a tutti.

3 aprile 2011

Umorismo in NATO

Mentre a Fukushima si fa la guerra al reattore numero 4 in Italia si festeggia il 150° dell’Unità Nazionale con una nuova guerra. Che però non è una guerra. È una missione di pace con qualche fuoco artificiale di troppo. Guerra e Pacemakers, la definirebbe Tolstoj se fosse ancora abbastanza vivo da godersi la nostra intelligence impegnata a litigare con Sarkozy. Del resto la posta in palio è enorme: c’è in gioco la spilletta del Trota.

26 marzo 2011

Radio L’onda

Ferrara torna in RAI con una striscia di 5 minuti ed ecco cosa succede dopo averla sniffata: sbarcano migliaia di libici sulle coste italiane, la Lega festeggia i suoi 25 anni (sempre che Renzo Bossi abbia contato giusto), Berlusconi si dà al bendage, un violento terremoto devasta il Giappone e l’ombra di una fuga radioattiva minaccia il nostro ascolto di RadioMaria. Preghiamo.

16 marzo 2011