USA e getta

Scritto il 25 ottobre 2010 da giggi


Aggredito un venditore ambulante di piadine. Ora è solo un venditore di piadine.

Mafia, catturato il boss Gerlandino Messina. Era al 30mo posto nella classifica dei latitanti più pericolosi, ma solo per colpa di quel nome ridicolo.

Ritardato molesta una 14enne e dice alla polizia: “Non potete farmi niente. C’è il Lodo Alfano”.

Una ricerca rivela che il 50% del cibo prodotto negli Stati Uniti viene gettato. Ma con un po’ di impegno si potrebbe arrivare anche all’80%.

Negli Stati Uniti il 50% del cibo prodotto viene gettato. L’altro 50% serve per farcire il tacchino del Thanksgiving Day.

Sofia. Centinaia di ragazze bionde hanno sfilato in piazza contro i soliti stereotipi che vedono le ragazze bionde capaci solo di sfilare in piazza per futili motivi.

Sondaggio: il 55% degli intervistati pensa che il peso di Berlusconi sui media danneggi la libertà. L’altro 45% è Berlusconi.

Un team di ricercatori italiani ha dimostrato che il cane ci riconosce dal volto. Ma solo dopo essersi allenato annusando centinaia di culi.

Fini si scaglia contro la Fiat di Marchionne. Rigata l’intera fiancata.

Mutu: “Ho picchiato il cameriere per le offese alla rumena uccisa”. La solita scusa del cazzo per non lasciare la mancia.

Sei tradimenti su dieci avvengono sul luogo di lavoro durante la pausa-pranzo. Gli altri quattro sono precari.

Lapo Elkann si allena per la maratona di New York. Per migliorare i tempi correrà davanti a un finanziere.

Bersani incontra i giovani del PD per discutere le ideologie del partito. L’appuntamento è previsto oggi al Tempio di Adriano dalle 16.30 alle 16.31.

Tragedia in Indonesia. “Gli edifici sono stati completamente spazzati via dallo tsunami”, ha riferito via Facebook un surfista in forma smagliante.

Per innamorarsi basta un quinto di secondo. Esattamente lo stesso tempo che serve per mandarla a cagare.

Il Papa “Emigrare è un diritto”. Ciao.

♥ Condividi "USA e getta"

  

Commenta per primo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *